Teatro Naturale? Io il couscous e Albert Camus a Coccobello

arietteVenerdì 4 Agosto a Coccobello 2017: TEATRO NATURALE?
IO, IL COUSCOUS E ALBERT CAMUS
di Paola Berselli e Stefano Pasquini
con Paola Berselli, Maurizio Ferraresi e Stefano Pasquini
regia Stefano Pasquini
produzione Teatro Delle Ariette

Lo spettacolo si svolgerà davanti al palco e prevede la partecipazione di 70 persone del pubblico che potranno cenare con il couscous vegetariano cucinato dagli attori durante lo spettacolo (consigliamo la prenotazione), il pubblico eccedente potrà comunque assistere allo spettacolo nei posti antistanti alla “scena”.

Ingresso gratuito

La prenotazione può essere fatta direttamente al bar di Coccobello nelle sere di apertura o via mail a info@kalinkaclub.it

Coccobello, Chiostro di San Rocco, via san Rocco 5, Carpi (MO).

Per informazioni: Valerio 328/8775862 – info@kalinkaclub.itwww.coccobello.net – www.kalinkaclub.it

TEATRO NATURALE?
IO, IL COUSCOUS E ALBERT CAMUS

Abbiamo deciso di fare questo spettacolo per parlare dell’oggi. E per parlare dell’oggi abbiamo pensato di raccontare una storia di molti anni fa, quando avevo 17 anni.
È la storia di una piccola odissea personale fatta di incontri, di scoperte, di sconfitte e di viaggi, da Bologna alla Francia e dalla Francia al Mediterraneo, alla Spagna, all’Algeria.
È la storia di formazione di un giovane diciassettenne che, seguendo l’amore, arriva in Francia dove è accolto da una famiglia di spagnoli, fuggiti in Algeria alla fine della Guerra Civile e arrivati in Francia per sfuggire alla Guerra di Indipendenza algerina.
I pochi mesi dell’estate del 1978 mi hanno fanno incontrare in un lampo 50 anni di cultura e di storia del Mediterraneo, mescolando l’Italia degli anni di piombo, alla Spagna della Guerra Civile e poi della dittatura di Franco, all’Algeria colonia francese e poi in guerra per l’indipendenza.
L’incontro con l’amore mi ha aperto le strade della conoscenza, mi ha fatto mangiare per la prima volta il couscous e mi ha fatto scoprire “Lo straniero” di Albert Camus, un libro che mi ha cambiato la vita e mi ha messo di fronte all’eterno conflitto tra uomo naturale e uomo sociale.

Mersault, il protagonista de “Lo straniero”, è un uomo che rifiuta di mentire e obbedisce soltanto alle leggi della natura. Conduce una vita semplice, sfugge agli obblighi delle convenzioni sociali, è vero e sincero fino alle estreme conseguenze. Vive la sua vita naturale, solitaria e sensuale, fatta di cieli e di profumi d’estate anche in prigione, quando viene arrestato per avere ucciso un uomo.
Come potevo, giovane diciassettenne, non identificarmi completamente con questo uomo? Come potevo non appassionarmi alla straordinaria esperienza umana, intellettuale e artistica di Albert Camus?

In questo spettacolo si intrecciano e si confondono il passato e il presente: il passato della storia che raccontiamo e il presente dello spettacolo che stiamo facendo. Perché il teatro si fa solo al presente e parla solo di oggi anche quando racconta storie di molti anni fa.
E poi durante lo spettacolo facciamo il couscous. Non è certo un piatto italiano, ma per me il couscous e la pasta sono la stessa cosa: sapori della memoria di un’esperienza che vivono nel presente.
Forse, prima di nascere, Stefano delle Ariette ha passato qualche tempo in Algeria. Forse, in un’altra vita. Perché ieri e oggi sono la stessa cosa, perché il tempo non passa. Siamo noi che passiamo.

Stefano Pasquini

Annunci

COCCOBELLO 2017

Torna anche quest’anno dal 21 luglio al 13 agosto, COCCOBELLO, nel Chiostro di San Rocco in Via san Rocco 5 a Carpi (MO).

Dal mercoledì alla domenica dalle 21 fino all’1.00
CONCERTI, PRESENTAZIONI DI LIBRI, VIDEOPROIEZIONI E PERFORMANCE TEATRALI
Tutti gli spettacoli sono ad ingresso gratuito.

Coccobar con stuzzichini, birre artigianali, vini, bibite, gelati e long drinks gestito dai volontari del Circolo Kalinka.

A cura di Circolo Culturale Kalinka, in collaborazione con:
ARCI Zona di Carpi, Comune di Carpi Assessorato alle politiche Culturali.
Rassegna realizzata grazie al sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi.

cocco_2017

IOSONOUNCANE @ Coccobello

iosonouncane2.jpg

IOSONOUNCANE
27 LUGLIO 2016
COCCOBELLO – Chiostro di San Rocco
Via San Rocco 5 – Carpi (MO)
Biglietti 7€ + d.p
Biglietti online ▶http://www.mailticket.it/evento/8397
BIGLIETTI DISPONIBILI al Coccobello, salvo disponibilità, dalle ore 20.00

Prevendite disponibili su :
Mailticket – http://www.mailticket.it/evento/8397

I biglietti , salvo disponibilità , si possono acquistare anche la sera stessa del concerto al botteghino di Coccobello
_______________________

Nella splendida cornice del chiostro di San Rocco, IOSONOUNCANE darà vita a un concerto in cui risuonerà i brani del suo repertorio con una band di eccezione formata da Simone Cavina (Junkfood, Ottone Pesante) alla batteria e alle percussioni, Francesco Bolognini (Cut) alle percussioni e all’elettronica, Andrea Rovacchi (Julie’s Haircut) ai sintetizzatori, Serena Locci (già nel disco e nel tour acustico) alla voce femminile, IOSONOUNCANE alle chitarre, all’elettronica e alla voce. In cabina di regia Bruno Germano, già principale responsabile dei comandi nei precedenti tour di IOSONOUNCANE.

Continua a leggere “IOSONOUNCANE @ Coccobello”

Coccobello 2016

13603317_597147927126056_7595451235530359867_o

COCCOBELLO 2016
Dal 22 Luglio al 14 Agosto 
Chiostro di San Rocco
Via San Rocco 5 – Carpi (MO)

Tutte le sere (escluso i lunedì e i martedì) dalle 21.00 all’1.00
Tutti gli spettacoli sono ad ingresso Gratuito (tranne mercoledì 27 luglio per lo spettacolo di IOSONOUNCANE)
Inizio concerti ore 21.30

Programma completo

SUMMER GARDEN

La rassegna Summer Garden nasce dalle esperienze precedenti di Beep Sound of the Moon e Control+C che negli anni hanno messo in scena i migliori artisti di musica contemporanea tra sperimentalismi elettronici e nuovi cantautorati.
Summer Garden riprende il discorso e propone all’interno del Cortile di San Rocco, nello spazio estivo di Coccobello, una serie di musicisti di respiro internazionale capaci di performance live di alto livello.
Si va da Julia Kent, violoncellista spermentale e innovativa, già sul palco insieme ad Antony and the Johnsons, accompagnata per l’occasione da uno dei migliori chitarristi italiani in circolazione, Alessandro “Asso” Stefana, chitarrista di PJ Harvey e Vinicio Capossela per proseguire con Jozef van Wissem,  musicista e liutista olandese dalle stroardinarie capacità compositive che ha curato la colonna sonora del film Jim Jarmusch “Solo gli amanti sopravvivono”, per chiudere con Stefano Pilia, chitarrista sperimentale, già sul palco con Afterhours, Rokia Traore e Mike Watt degli Stooges che sonorizzerà un filmato fatto appositamente da Gianluigi Toccafondo. La prima edizione di Summer Garden punta a mettere in scena grandi musicisti che sanno trovare un punto di contatto tra esecuzione impeccabile e ricerca, modernità e impatto sonoro.

La rassegna Summer Garden nasce dalle esperienze precedenti di Beep Sound of the Moon e Control+C che negli anni hanno messo in scena i migliori artisti di musica contemporanea tra sperimentalismi elettronici e nuovi cantautorati.
La rassegna Summer Garden nasce dalle esperienze precedenti di Beep Sound of the Moon e Control+C che negli anni hanno messo in scena i migliori artisti di musica contemporanea tra sperimentalismi elettronici e nuovi cantautorati.